Disco Orario Nucleare

Emanuele Copioli | novembre, 2009 | them


In piena guerra fredda, a cavallo fra gli anni cinquanta e sessanta, si potevano soltanto immaginare scenari apocalittici, a causa della paura dovuta alle campagne mediatiche dei due blocchi. Si credeva che potesse bastare la leggera pressione di un tasto per far scoppiare, da un da un momento all’altro, uno scontro atomico. Le dinamiche e le conseguenze erano, però, più che sconosciute, così che alcuni scienziati costruirono strumenti per calcolarle. Esempi sono questi pseudo dischi orari, torte di righelli e colori, che segnalano l’intensità distruttiva e stabiliscono quanti isotopi servono per far brillare un’area territoriale oppure quanto tempo ci vuole a sgomberare una determinata zona. Per fortuna non sappiamo se questi strumenti fossero stati veramente efficaci nel momento del bisogno, però ci rimangono come testimonianza di quell’epoca e diventano dei feticci degni di una wunderkammen moderna.

Un commento su “Disco Orario Nucleare

Lasciaci un commento