Avatar

Ernesto Galli | gennaio, 2010 | them


James Cameron c’è l’ha fatta. Avatar, avventura fanta-ambientalista, è il primo film per incassi nella storia del cinema. Il record apparteneva all’opera precedente del regista americano, Titanic. I due film hanno molto in comune: effetti speciali strabilianti e una sceneggiatura imbarazzante per scontatezza. Se dopo due ore di Titanic viene da chiedersi “ma quando affonda questa maledetta nave?”, a metà di Avatar la domanda che sorge spontanea è: “Quand’è che gli umani attaccheranno questo cazzo di albero?” Il dubbio che non assale mai lo spettatore è invece lo stesso: “Ma si amano?” Perchè sì, ovviamente i protagonisti si amano. Cameron si è dato molto da fare per lo sviluppo delle tecniche digitali e del 3D e tutti gliene danno atto. Avatar è una gioia per gli occhi, sopratutto se visto in 3D. Quando anche in casa guarderemo i film in tre dimensioni e dovrò comprarmi gli occhialini, probabilmente sceglierò la confezione con Avatar in omaggio. Se lo vedrò nei mega televisori ad alta definizione in esposizione da MediaWorld, sono sicuro che sentirò il bisogno di comprarmi la tv. Se invece dovessi consigliare un film di James Cameron, direi uno tra Terminator, Alien e The Abyss. Sarà che sono nato negli anni ’80.

Lasciaci un commento